Roma – I Gladiators di Roma sono tuttora la formazione più vincente della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl). D’altronde il filotto di cinque scudetti dal 2009 al 2014 rimarrà difficilmente replicabile anche perché nel frattempo il movimento si è molto allargato ed è divenuto decisamente più competitivo. Ma nelle ultime competizioni organizzate dalla Lirfl, la squadra capitolina non è più riuscita a incidere e l’inerzia non è cambiata nemmeno in occasione della recente Coppa Italia 2018 andata in scena a L’Aquila dove i Gladiators non sono riusciti ad accedere nemmeno alle semifinali. «Ma non c’è delusione – dice Sebastian Velazquez, centro classe 1979 e componente storico del sodalizio romano – Abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità e le squadre che sono arrivate in semifinale hanno dimostrazione di essere superiori alla nostra. Tra l’altro va dato pieno merito ai Sea Boars per la conquista della Coppa: sono stati i più forti». Nel team abruzzese che ha alzato il trofeo sotto il cielo di L’Aquila c’è stato anche qualche ex Gladiators. «Il capitano Alessandro Ippoliti è un esempio lampante – rimarca Velazquez -, ma lo stesso si può dire anche degli Hammers e dell’Aquila Neroverde che hanno annoverato alcuni atleti protagonisti del “filotto” di scudetti. D’altronde questi ragazzi hanno contribuito a far conoscere il rugby a 13 anche fuori dal Lazio, magari in Umbria o in Abruzzo. E questo è sicuramente un bene per tutto il movimento, anche se ci è “costato” qualche successo in meno» dice con un sorriso l’esperto giocatore che poi parla del futuro della squadra capitolina. «C’è l’intenzione di avviare un processo di ringiovanimento dell’organico e, anzi, questo “nuovo corso” è già cominciato, anche se il territorio di Roma è molto vasto e non è semplice organizzare un gruppo compatto e col giusto spirito di squadra. Magari in un futuro più o meno prossimo i Gladiators potranno tornare ad essere protagonisti, per il momento il gruppo dà il massimo come avvenuto già in Coppa Italia» conclude Velazquez. 

Our website uses cookies to monitor how the site is used and help to provide you with information tailored to your individual preferences. If you continue to browse we will assume your permission to use cookies.