Regolamento - Arbitro e Giudici di Linea

Un Arbitro due Giudici di linea 1

In tutti i match devono essere scelti o accettati un arbitro e due giudici di linea

Imporre le regole 2

L'arbitro deve imporre le regole del gioco e deve penalizzare ogni deliberata infrazione del regolamento. Egli è il solo che possa giudicare ciò che avviene all'interno del campo ad eccezione delle azioni che si svolgono sulle linee e aree di touch

Cronometro 3

Egli è il solo responsabile del cronometro del tempo trascorso ove non sia individuata una terza figura preposta al cronometro

Sospensione del gioco 4

L'arbitro può, a propria discrezione, sospendere temporaneamente o definitivamente il gioco per avverse condizioni climatiche, interferenza degli spettatori nel gioco, comportamento scorretto da parte dei giocatori o ogni ulteriore causa che possa, a suo parere, interferire con il controllo del gioco

Permesso di entrare sul campo da gioco 5

Nessuno a parte i giocatori può entrare sul campo di gioco senza il permesso arbitrale

Espulsione 6

In caso di infrazione del regolamento di gioco da parte di un giocatore l'arbitro può decidere di espellerlo temporaneamente per dieci minuti o in via definitiva

Controllo dei giocatori 7

L'arbitro è preposto al controllo dei giocatori da quando questi entrano sul campo di gioco sino a quando lo abbandonano

Fischio dell'arbitro 8

L'arbitro deve portare con se un fischietto da usarsi per iniziare e finire ogni tempo di gioco. All'infuori di queste occasioni l'arbitro dovrà usare il fischietto nelle seguenti occasioni:

 

(a) Quando una meta o un goal vengono trasformati

 

(b) Quando la palla esce dal campo di gioco

 

(c) Quando il gioco viene ripreso, tranne con la mischia

 

(d) Quando l'arbitro ravvisi un'infrazione, tranne nel caso in cui venga applicata la regola del vantaggio

 

(e) Quando durante il gioco la palla colpisca l'arbitro, i giudici di linea o qualsiasi persona/oggetto che non sia coinvolto nel gioco o che normalmente non si sarebbe dovuto trovare sul campo di gioco

 

(f) Quando avvenga una qualsiasi irregolarità non inclusa nel presente regolamento e un team ne riceva vantaggio rispetto all'altro

 

(g) Quando uno stop sia necessario per applicare il regolamento o per ogni altra ragione l'arbitro ravvisi sia necessario

 

Quando l'arbitro ferma il gioco deve tener conto di utilizzare del tempo extra al fine di recuperare il tempo perso per applicare le sanzioni e segnalare la ripesa del conteggio del tempo con il fischio

Cambio di decisione 9

L'arbitro giudica in merito ai fatti e non dovrebbe modificare i propri giudizi. Egli può cambiare la propria decisione se viene avvisato di una infrazione, che non aveva notato, da parte dei giudici di linea

Accettazione del giudizio dei giudici di linea 10

L'arbitro deve accettare le decisioni dei giudici di linea relativamente alle touch, touch-in goal e ai calci di punizione/trasformazione

Giudici di linea 11

Ogni giudice deve rimanere sulla linea di touch, uno per lato del campo e nelle prossimità dell'area di gioco ad eccezione di:

 

(a) Quando giudicano i calci di trasformazione/punizione (cfr Capitolo 6)

 

(b) Quando riferiscano un fallo di un giocatore di cui l'arbitro non s'era avveduto

Bandiere 12

Ogni giudice deve portare una bandierina per i segnali

Indicare una touch 13

Il giudice di linea deve indicare che il pallone è fuoriuscito dall'area di gioco ponendosi nel punto di fuoriuscita e alzando la bandierina sopra la testa. Nel caso di ball back (cfr Capitolo 9) invece dovrà sventolare la bandierina sopra la testa e accentuando la direzione verso la linea di meta del calciatore

Indicare il touch in-goal 14

Se la palla esce dalla linea di touch in-goal il giudice di linea dovrà sventolare la bandierina tra il busto e sotto la vita. Nello stesso tempo indicherà la linea di meta o dei 20 metri (dipendente da dove il gioco dovrà essere ripreso). Non deve puntare il giocatore che ha mandato fuori il pallone

Calci piazzati 15

I giudici di linea assisteranno l'arbitro nel giudicare i calci piazzati (cfr Capitolo 6)

Indicare i 10 metri 16

Quando viene concesso un calcio libero i giudici di linea si devono posizionare vicino alla linea di touch 10 metri in avanti rispetto al punto in cui verrà eseguito il calcio in modo da marcare una linea di riferimento per il team che si deve ritirare della misura prescritta

Indagine ufficiale 17

Nel caso in cui la partita diventi oggetto di oggetto di indagine ufficiale, l'arbitro e i giudici di linea sono tenuti a rispondere solo alle autorità preposte all'indagine. Devono evitare di commentare o esprimere critiche attraverso altri canali

NOTE

  1. Infortunio dell'arbitro: Nel caso di infortunio, l'arbitro deve nominare un sostituto, preferibilmente un giudice di linea neutrale. Se l'arbitro non riesca a nominare il proprio sostituto i due capitani dovranno nominare di mutuo accordo il giudice di linea con più esperienza. Nel caso l'arbitro, al momento dell'infortunio, non sia stato in grado di fischiare l'interruzione del gioco, quest'ultimo deve considerarsi fermato al momento dell'infortunio stesso
  2. Consulto dei giudici di linea: Prima di esprimere il proprio giudizio è permesso all'arbitro di consultarsi con i giudici di linea
  3. Rientro in campo del giocatore: Un giocatore che abbia abbandonato temporaneamente il campo di gioco, prima di farne rientro deve informarne il giudice di linea più vicino
  4. Richiamo del giocatore: Il richiamo può essere indirizzato a tutto il team nel caso in cui la squadra come insieme sia giudicata colpevole dell'infrazione in oggetto
  5. Espulsione temporanea: Il potere di espellere temporaneamente un giocatore non deve rappresentare un motivo di indulgenza nell'applicare l'espulsione definitiva
  6. Fine dell'espulsione temporanea: Il giocatore può rientrare sul campo di gioco solo se l'arbitro ne dà preventivo consenso. L'arbitro ha il compito di conteggiare il tempo trascorso dal momento dell'espulsione. Tale compito può essere affidato al cronometrista
  7. Espulsione definitiva: Un giocatore espulso in maniera definitiva non può più rientrare in gioco, né rimanere nei pressi del campo o in zone dove la sua presenza possa provocare ulteriori incidenti
  8. Cambiamento di ruolo di un giocatore richiamato: Contestualmente all'ultimo richiamo di un giocatore, l'arbitro può informare il capitano della squadra della possibilità di cambiare di ruolo il giocatore in modo da allontanarlo dalle fasi dove precedentemente abbia commesso le infrazioni
  9. Area di gioco: Quando non sussistano delle limitazioni strutturali della zona di gioco l'area sotto controllo dell'arbitro deve essere considerata il campo da gioco e le zone contigue lo stesso
  10. Molestie all'arbitro: Qualora l'arbitro o i giudici di linea vengano assaliti o molestati da qualsiasi persona (pubblico incluso) deve farne rapporto al comitato/lega che organizza la partita. Il periodo da prendere in considerazione si estende anche al post-match
  11. Fischio accidentale: Il gioco si deve fermare anche in caso di fischio accidentale da parte dell'arbitro. Nel caso il gioco riprenderà con una mischia a favore del team che per ultimo aveva toccato il pallone
  12. Regola del vantaggio: La regola del vantaggio si applica a tutte le fasi del gioco ma nel caso di azioni in zone particolarmente sensibili tale provvedimento si utilizza solo se la squadra che subisce il fallo riesce a venire in possesso del pallone velocemente. L'arbitro è il solo interprete di ciò che costituisce vantaggio. Una infrazione non viene cancellata semplicemente perché il team che la subisce riesce a toccare il pallone, deve infatti poter sfruttare adeguatamente il vantaggio guadagnato, nel caso contrario si ritorna sul luogo del fallo commesso. L'applicazione della regola del vantaggio non scagiona il giocatore falloso e l'arbitro può procedere in un secondo momento alla sanzione opportuna
  13. Infrazione del team in attacco: Se una squadra in attacco, in posizione molto favorevole per marcare una meta, commette fallo, l'arbitro dovrà prontamente fermare il gioco. La regola del vantaggio va infatti subordinata alla pericolosità che il gioco cambi fronte nuovamente e che si traduca in un non-svantaggio per la squadra che ha infranto il regolamento
  14. Decretare una meta: Le circostanze riferite nelle precedenti regole non si applicano quando una meta venga marcata. L'arbitro deve infatti consultarsi con i giudici di linea per confermare la propria decisione
  15. Giudici di linea sotto il controllo dell'arbitro: I giudici di linea sono, per tutta la durata della partita, sotto il controllo dell'arbitrio e possono essere sostituiti e/o espulsi nel caso in cui egli stesso li consideri non più neutrali. In questo caso la o le decisioni del giudice di linea che portino alla sua sostituzione non devono essere prese in considerazione. L'arbitro dovrà fare seguente rapporto all'autorità competente
  16. Rapporto d'infrazione da parte del giudice di linea: Se un giudice di linea ravvisi un fallo dovrà attirare l'attenzione dell'arbitro più in fretta possibile nell'intento di evitare il protrarsi del gioco. La penalità seguente dovrà essere comminata nel luogo ove è avvenuto il fallo e non dove il gioco è stato fermato
  17. Interferenze non dovute: Il giudice di linea non deve interferire con il controllo del match da parte dell'arbitro per segnalare infrazioni che siano state palesemente viste dall'arbitro stesso
  18. Palla deviata in campo: Il giudice di linea non deve alzare la bandiera immediatamente quando la palla attraversi la linea di touch se c'è la possibilità di una deviazione o il vento la possa farla ritornare in campo. Nel qual caso il gioco prosegue
  19. Decisione controversa: Se una decisione può essere oggetto di controversia, l'arbitro può spiegare la propria decisione affinché quest'ultima non causi fraintendimenti o polemiche

Our website uses cookies to monitor how the site is used and help to provide you with information tailored to your individual preferences. If you continue to browse we will assume your permission to use cookies.