Regolamento - Infrazione del Giocatore

Definizione di infrazione 1 Un giocatore è colpevole di infrazione se:

(a) fa lo sgambetto, calcia o colpisce un altro giocatore

(b) quando, nell'atto di o nel tentativo di placcare, un giocatore venga in contatto con la testa o il collo di un avversario intenzionalmente, in modo avventato o imprudente

(c) cada con le ginocchia su di un avversario a terra

(d) effettui un atterramento pericoloso durante il placcaggio

(e) continui deliberatamente ad infrancere le regole del gioco

(f) usi un linguaggio offensivo o non consono

(g) contesti una decisione dell'arbitro o dei giudici di linea

(h) rientri sul campo di gioco, dopo essersi temporaneamente ritirato dal gioco, senza il permesso dell'arbitro o dei giudici di linea

(i) si comporti in qualche maniera contraria allo spirito del gioco

(l) ostruisca deliberatamente un giocatore che non è in possesso del pallone


NOTE

    1. Giocatori fallosi: Quando un giocatore di particolar ruolo (tallonatore o mediano di mischia ad esempio) continui a infrangere il regolamento l'arbitro dovrebbe avvertire il capitano della squadra. Quest'ultimo, a sua discrezione, può ordinare al giocatore di cambiare ruolo. L'arbitro in nessun modo può chiedere al giocatore di cambiare ruolo
    2. Atterramento pericoloso: Se, nell'atto del placcaggio o di contatto tra avversari, un giocatore viene sollevato in posizione elevata e la parte del corpo che atterra per prima è la testa o il collo, il placcaggio deve essere giudicato pericoloso a meno che non sia ravvisabile l'assoluta involontarietà e che ogni attenzione al fine di evitare il placcaggio pericoloso è stata presa
    3. Spiegazione della punizione: Un giocatore può chiedere all'arbitro il motivo della sanzione o punizione a patto che lo faccia in modo rispettoso
    4. Ritardo nella ripresa del gioco: Il deliberato ritardo nella ripresa del gioco dalla linea di meta, la linea dei 20 metri o quella di metà campo rappresenta un'infrazione alle regole del gioco
    5. Ostruzione dopo il calcio: Una comune forma di ostruzione avviene quando il giocatore, dopo aver calciato in avanti il pallone, viene placcato o intralciato da un avversario. In ogni caso il placcatore non può ritardare il placcaggio col timore che l'avversario possa calciare il pallone. E' quindi compito del giocatore in possesso del pallone calciare prima che l'avversario si appresti al placcaggio

 

 

    1. Il giocatore A in possesso del pallone ha ritardato il calcio mentre l'avversario B ha iniziato il placcaggio. B non può essere penalizzato

 

 

    1. La palla è stata calciata da A prima che B inizi l'azione di contrasto. Nel caso B ostruisca A dovrà essere penalizzato
    2. Ostruzione secondaria permessa: Il giocatore A, dopo aver effettuato un passaggio a B può ritornare a posizionarsi dietro al compagno per poter tornare in gioco. Nel riposizionarsi benché ostruisca l'azione di C, che si trova dietro e deve placcare B, non può essere punito, mentre deve lasciare spazio libero a D che si trova davanti

 

Schema 001

 

    1. Ostruzione secondaria non permessa: Il giocatore , dopo aver effettuato il passaggio a B non può proseguire la corsa con l'obiettivo di ostruire l'azione di C che ha il compito di placcare B

 

Schema 002

 

    1. Ostruzione passiva: L'ostruzione passiva avviene quando un giocatore impedisce il gioco avversario deliberatamente rimanendo nella propria posizione nonostante avesse la possibilità di spostarsi. Se un giocatore è in una posizione che crea ostruzione ma ravvisa che un proprio movimento possa compromettere l'azione deve alzare le braccia in alto e segnalare all'arbitro che non sta prendendo parte al gioco
    2. Ostruzione accidentale: Nel caso in cui una ostruzione accidentale fermi il gioco lo stesso verrà ripreso con una mischia, nel caso in cui l'azione non venga impedita il gioco non deve essere fermato.
    3. Nelle azioni incrociate avviene spesso che i giocatori si ostruiscano accidentalmente: A nell'azione dello schema passa all'indietro a B che incrocia. Nel proseguio dello slancio A potrebbe ostruire collidendo con C. In questo caso A non può essere punito. Una mischia di ripresa del gioco dovrà essere sanzionata solo nel caso in cui sia certo che C avrebbe placcato con successo B.

 

Schema 003

 

    1. Il giocatore A finta all'ultimo un passaggio verso il compagno proseguendo l'azione e superando l'avversario. Il giocatore B che avrebbe dovuto ricevere il passaggio nel proseguio dello slancio potrà collidere con C ostruendo la sua azione. In questo caso B non può essere sanzionato a meno che non sia sicuro che in assenza dell'ostruzione C avrebbe placcato A, nel qual caso verrà ordinata una mischia

 

Schema 004

 

  1. Ostruzione dopo passaggio in avanti: Non è concesso ostruire un avversario che si trovi fuori gioco o che stia tentando di prendere il pallone dopo che sia stato commesso un in avanti o un passaggio in avanti
  2. Il giocatore in possesso non può ostruire: Il giocatore che ha il pallone non può essere colpevole di ostruzione. Può sfruttare i pali della porta per evitare un placcaggio, può passare lateralmente dietro la ruck della propria squadra o aprirsi una via attraverso il proprio pack

Our website uses cookies to monitor how the site is used and help to provide you with information tailored to your individual preferences. If you continue to browse we will assume your permission to use cookies.